Archivio

Archivio Agosto 2010

ORA LO SO, CHE NON VALEVI UN CA**O

16 Agosto 2010 238 commenti

Perchè hai comprato degli occhiali da sole così grandi?”

Ma che ne so. “Mi piacevano” ?

La gente che fa domande inutili. In quel momento sta sprecando parole. Perchè la vita non ti cambia, se ricevi una risposta buttata lì ad una domanda inutile e anche un po’ stupida. Ma lo vogliono sapere. A tutti i costi. Non gli basta sentirsi dire che quegli occhiali mi piacevano e li ho comprati senza nemmeno provarli. Eppure sarebbe la risposta più sensata. Gli occhiali, mi piacevano. Non mi sono posta affatto il problema di come mi sarebbero stati sulla faccia. Io detesto le persone che cercano spiegazioni, vogliono conferme e ti chiedono perchè una cosa ti piace. Mi annoiano le persone che ti chiedono “Come mai?”, “Perchè?” Si vive molto meglio a volte senza sapere il perchè delle cose.

Potrei darvi una risposta che vi farebbe  paura.

Magari vi turberei.

Forse vi metterei a disagio.

Magari vi aspettereste una risposta sconvolgente.

Ho passato gran parte della mia vita a farmi domande sul perchè  di alcune cose, ma non mi è mai venuto in mente di chiedere perchè qualcosa piacesse a qualcuno.

Come quelli che ti dicono: “quella tua foto non mi piace per niente”

Pensi davvero che me ne possa fregare qualcosa se non ti piace? Credi davvero che tra le mie priorità della giornata ci sia cercare di non offendermi perchè mi hai detto che quella foto non ti piace?

Le mie priorità sono altre. La mia priorità è non pensare fino a 10 per decidere se una cosa mi piace. Era un delirio. Comprare qualcosa. Scegliere una cosa da comprare.

Megio verde o rosso

meglio questo che tengo nella mano destra o quello nella mano sinistra

meglio il verde

verde

cosa mi ricorda il verde…ospedale…camici…no

questo è quello che ho preso per primo…non posso rimetterlo lì

devo comprarlo.

O forse è meglio comprare quest’altro perchè forse questo mi porterà sfortuna.

Ecco ora ho detto che mi porterà sfortuna non posso più comprarlo.

La mia priorità è prendere la prima cosa che mi piace.

E’ non chiedermi perchè una cosa mi piace.

E’ fregarmene se una persona capisce che non mi piace.

Le mie risposte alle domande che mi fanno le persone che non mi piacciono sono banali. Sono stupide, appositamente. Perchè io non piaccia a loro.

Non mi piace piacere a chi non mi piace.

Rispondo come rispondono le persone che non mi piacciono.

Una volta non sapevo decidere nemmeno quello che mi piaceva. Perchè pensavo che non sarebbe piaciuto agli altri.

Ho comprato questo

ma in realtà

io volevo l’altro.

Ho avuto accanto persone che non mi piacevano. E stavo zitta.

Poi un giorno mi sono svegliata.

Di colpo.

Bbbbaamm!

“Tu non mi piaci. Non mi piaci proprio per niente”.

oppure

“Non avrei mai dovuto nemmeno pensare che mi piacevi, lo sai? Lo sai che mi ero sbagliata?

Scusa sai, eh, se te lo dico solo adesso che magari non te ne frega più niente.

Ma sappi che non mi saresti dovuto piacere nemmeno un po’.”

Mi guarda con un’espressione incredula.

Dai… è acqua passata cambiamo discorso…

[Perchè adesso lo so, che non vali un cazzo.]

“Perchè hai comprato degli occhiali da sole così grossi?”

Non ti piacciono, vero? Ecco ora li tolgo.

GLI HO REGALATO L’UNICA SODDISFAZIONE DELLA GIORNATA.

Categorie:Argomenti vari Tag: