Archivio

Archivio per la categoria ‘Società’

A NATALE SIATE VOI PIU’ BUONI CHE IO MI SONO ROTTA I CO***ONI.

1 Dicembre 2009 24 commenti

Da Deeva ci si aspetta sempre che abbia qualche buona parola da dire. Ci si apsetta sempre che abbia anche un po’ una mezza soluzione da suggerire. Invece Deeva ha anche i cazzi suoi a cui pensare. A Natale siamo tutti più buoni. A Natale siate voi tutti più buoniche io mi sono rotta i coglioni di esserci sempre, di non dire mai di no.Di farmi sfinire. Di stare ore e ore a suggerire buoni propositi alla vita di altri. Tutto questo blablablabla, alla fine finisce che divento pazza. Quando sono nervosa e particolarmente stressata, parlo troppo. Divento logorroica in modo imbarazzante. Lui una sera mi ha detto: "Cazzo mi hai ipnotizzato, ma stai un attimo zitta?" E tutto perchè DEEVA ha un difetto: ascolta troppo. E le rimangono tutte le parole in fondo alla pancia e quando il livello di stress raggiunge la radice dei capelli, inizio a parlare da sola. Parlo in macchina. Parlo anche per finta al cellulare a volte, lo confesso. E racconto di quanto mi hanno rotto il cazzo. E ribadisco che devo dire un po’ di più "NO". Assorbire tutti i cazzi degli altri, fa male. Non fatelo. FA MALE.

Prosegui la lettura…

Categorie:Argomenti vari Tag:

LA PASSEGGIATRICE

30 Ottobre 2008 9 commenti

La Barale con quei capelli gialli e le trecce sembra una di quelle contadinotte vacche. Molto vacche. Di quelle che un mio ex definiva "da pagliaio ungherese". C’est à dire, una di quelle mignotte da film porno di bassa lega, dove si travestono da contadine, da lavandaie etc. Ultimamente ho notato con la nuova legge anti – puttane, queste ultime si posizionano spesso alle fermate dell’autobus. Ora sono molto più vestite. Le si riconosce dallo stivale bianco. Io non so perchè ma lo stivale bianco fa tanto mignotta. Me ne volevo comprare un paio ma poi ho lasciato perdere. Ieri sera dovevo andare a cena da una mia amica. Era la prima volta che andavo nella sua nuova casa ed ero convinta che il numero civico fosse 134. Così, dopo aver parcheggiato al civico 67 di una strada a senso unico, ho camminato per una decina di minuti. Ero vestita con:

Prosegui la lettura…

Categorie:Argomenti vari Tag:

LIBERATE TOMMASO

6 Marzo 2006 6 commenti


La famiglia di Tommaso chiede che si parli di lui e si stanno diffondendo su internet migliaia di messaggi che ripetono la stessa cosa:
LIBERATE TOMMASO!
Non so quanto possa servire. Chi ha rapito Tommaso é una bestia dunque non credo che veda al di là della sua schifosa crudeltà.
Ma, io lo dico lo stesso.
Tommaso ha solo 17 mesi, è malato ha bisogno di 5 ml di sciroppo TEGRETOL
è un anti epilettico.
Gli devono essere somministrati 5 ML di sciroppo ogni 12 ore. Entro le nove di sera ed entro le nove del mattino.
La mamma glielo dà con una siringa priva di ago. Tommaso chiama questa siringa senza ago piena dello sciroppo che GLI SALVA LA VITA, “MOMMO”.
Tommaso deve essere liberato.
LIBERATE TOMMASO, BASTARDI. E’ SOLO UN BAMBINO ED E’ MALATO.
E DOPO AVERLO LIBERATO POSSIBILMENTE MORITE TRA LE PEGGIORI SOFFERENZE.

Categorie:Argomenti vari Tag: ,